www.make-consulting.it

Gli aiuti di Stato nel contesto dell’Unione Europea sono soggetti a rigidi criteri e procedure per garantire una sana concorrenza e promuovere la crescita economica. Tuttavia, esistono categorie di aiuti che possono essere esentate dall’obbligo di notifica alla Commissione Europea, come stabilito dai trattati. Tra queste categorie rientrano gli aiuti alla ricerca e sviluppo, fondamentali per l’innovazione e la competitività delle imprese.

Il Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione delinea le condizioni in cui gli aiuti alla ricerca e sviluppo possono essere considerati compatibili con il mercato interno. Questo articolo esplora le motivazioni dietro l’esenzione di tali aiuti, definisce le attività ammissibili e stabilisce i costi e le intensità di aiuto consentiti.

 

Indice dei contenuti

Finanziamenti Statali e Esenzione dall’Obbligo di Notifica

Gli aiuti di Stato che rispettano i criteri definiti nell’articolo 107, paragrafo 1 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (di seguito “trattato”) sono soggetti all’obbligo di notifica alla Commissione Europea, come stabilito dall’articolo 108, paragrafo 3, del trattato. Tuttavia, l’articolo 109 del trattato permette al Consiglio di stabilire categorie di aiuti esenti da questo obbligo. La Commissione, in conformità con l’articolo 108, paragrafo 4, del trattato, può adottare regolamenti relativi a queste categorie di aiuti di Stato.

Il Consiglio, tramite il regolamento (CE) n. 994/98, ha autorizzato la Commissione a dichiarare, in base all’articolo 109 del trattato, che alcune categorie di aiuti possono essere esentate dall’obbligo di notifica, con determinate condizioni, inclusi gli aiuti alla ricerca e sviluppo.

 

Motivazioni dell’Esenzione per la Ricerca e Sviluppo

Il Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014, noto come regolamento GBER, ha identificato le motivazioni per cui gli aiuti alla ricerca, sviluppo e innovazione possono essere oggetto di aiuti di Stato compatibili con il mercato interno.

Questi aiuti possono contribuire alla crescita economica sostenibile, alla competitività e all’occupazione. Gli aiuti alla ricerca e sviluppo possono affrontare i fallimenti di mercato che impediscono un ottimale sviluppo e produzione, come esternalità, informazioni asimmetriche e problemi di coordinamento.

Le PMI possono incontrare difficoltà nell’accesso a nuove tecnologie e personale qualificato. Gli aiuti alla ricerca e sviluppo possono superare queste sfide, facilitando l’accesso alle innovazioni e al trasferimento di conoscenze.

Per promuovere ulteriormente la ricerca e l’innovazione, sono necessarie infrastrutture di ricerca di alta qualità. Gli aiuti possono sostenere la creazione e la collaborazione di tali infrastrutture, migliorando la ricerca industriale e l’innovazione.

 

Definizioni delle Attività Ammissibili

Il Regolamento GBER fornisce definizioni specifiche per le attività ammissibili agli aiuti di Stato:

  • Ricerca fondamentale: attività per acquisire nuove conoscenze senza applicazioni commerciali dirette.
  • Ricerca industriale: attività pianificata per sviluppare nuovi prodotti o processi.
  • Sviluppo sperimentale: utilizzo di conoscenze esistenti per migliorare prodotti o processi.
  • Studio di fattibilità: valutazione obiettiva delle prospettive di un progetto.
  • Innovazione dell’organizzazione: applicazione di nuovi metodi organizzativi.
  • Innovazione di processo: applicazione di metodi di produzione migliorati.

 

Costi Ammissibili e Intensità di Aiuto

I costi ammissibili includono spese di personale, attrezzature, immobili, brevetti acquisiti e altri costi operativi direttamente collegati al progetto. L’intensità di aiuto varia in base al tipo di attività e le dimensioni dell’impresa beneficiaria, con un massimo dell’80% dei costi ammissibili.

 

Approfondisci e cogli l’opportunità per la tua impresa

La finanza agevolata rappresenta un’enorme opportunità per le imprese, ma spesso rimane inutilizzata, il che è un vero peccato. Siamo consapevoli che gli argomenti e le normative possono risultare complessi da comprendere, e il processo burocratico per partecipare richiede tempo, risorse e competenze specifiche… Ed è qui che entriamo in gioco.

In Make Finance, il nostro approccio è estremamente pratico e mirato a massimizzare i tuoi benefici, garantendoti di ottenere ogni incentivo e contributo che ti spetta. Lascia a noi tutti gli aspetti pratici e burocratici, così tu potrai concentrarti completamente sulla tua attività, senza preoccupazioni.

Contattaci senza impegno, faremo un’analisi per valutare di quanti contributi puoi beneficiare.

    Vuoi ottenere anche tu più risultati dalla tua azienda?

    Compila il modulo per essere ricontatto da un nostro consulente

    Nome*

    Cognome*

    E-mail*

    Cellulare*

    Ruolo*

    Azienda*

    Indirizzo*

    CAP*

    Città*

    Provincia*

    Prendo visione dell'informativa sulla Privacy Policy.*

    Potrebbero interessarti anche:

    Massimizzare l’efficienza operativa: Il potere del One Piece Flow

    Siamo lieti di darvi il benvenuto a un’indagine approfondita sull’efficienza operativa e sul ruolo cruciale svolto dal concetto noto come One Piece Flow. In un mondo aziendale sempre più competitivo, dove l’ottimizzazione dei processi è fondamentale per il successo, questo approccio si distingue per la sua capacità di trasformare radicalmente la produzione. Oggi, ci immergeremo […]

    Controllo di Gestione, attività chiave e perchè è cruciale per ogni azienda

    La gestione efficace del team è cruciale per il successo di una squadra come di un’organizzazione aziendale. Come sostiene Rossano Galtarossa, campione olimpico in quattro diverse edizioni dei Giochi Olimpici, non si tratta semplicemente di assemblare i migliori talenti, ma di creare un mix armonioso di competenze e personalità all’interno del gruppo. Ogni membro del […]

    Finanza agevolata: come funziona

    Finanza agevolata: come funziona e in cosa consiste esattamente? Con il termine finanza agevolata ci si riferisce abitualmente all’insieme degli strumenti finanziari utilizzati dal legislatore a livello comunitario, nazionale, regionale o locale per favorire la competitività e lo sviluppo delle imprese.  La finanza agevolata opera attraverso gli strumenti agevolativi pubblici di provenienza comunitaria, nazionale e […]

    Consulente Lean: perché è diverso da un consulente aziendale tradizionale

    Consulente Lean: ne hai sentito parlare in qualche corso, letto in qualche articolo, ricevuto un consiglio da un amico e vorresti saperne di più. Cos’è esattamente un consulente aziendale lean? In cosa si differenzia da un consulente aziendale tradizionale? In quali tipi di aziende è utile e in quali del tutto inefficace? Innanzitutto va detto […]

    Sistema Gestione Qualità
    Make Group S.r.l.
    certificato ISO9001 - settori IAF 35 e 37
    n. 50 100 15853

    Make Group Srl

    SEDE OPERATIVA
    Via Venezia, 58/2 | 30037 Scorzè (VE)

    SEDE LEGALE
    Via Villafranca, 6/3 | 30035Mirano (VE)

    Dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00 oppure scrivici via email a: info@make-group.it

    Resta aggiornato

    Iscriviti alla newsletter

      Nome*

      E-mail*

      Prendo visione dell'informativa sulla Privacy Policy.*

      Make Group Srl – Capitale Sociale 25.000 € i.v. – P.IVA e C.F. 04409600279 | REA VE-411415 | Cod. SDI T04ZHR3

      Copyright © 2023 Make Group | Privacy PolicyCookie Policy